Perugia: Ordinazione sacerdotale nella cattedrale di San Lorenzo. Le sei frasi di papa Francesco per i neo presbiteri Federico Casini, Nicolò Gaggia, Augusto Martelli, Pietro Squarta, Giovanni Le Yang e Salvatore Mauro Reitano, che hanno avuto parole di ringraziamento.

Perugia: Ordinazione sacerdotale nella cattedrale di San Lorenzo. Le sei frasi di papa Francesco  per i neo presbiteri Federico Casini, Nicolò Gaggia, Augusto Martelli, Pietro Squarta, Giovanni Le Yang e Salvatore Mauro Reitano, che hanno avuto parole di ringraziamento.

Al termine della solenne celebrazione eucaristica dell’ordinazione di sei giovani sacerdoti, del 29 giugno, nella cattedrale di San Lorenzo in Perugia, il cardinale Gualtiero Bassetti, ha salutato i numerosi fedeli con sei frasi preziose che papa Francesco ha voluto rivolgere ai neo sacerdoti Federico Casini, Nicolò Gaggia, Augusto Martelli, Pietro Squarta, Giovanni Le Yang e Salvatore Mauro Reitano, consegnandole al cardinale Bassetti in occasione del recente Concistoro in Vaticano.

«Non lasciatevi rubare la gioia di annunciare il Vangelo; non lasciatevi rubare da nessuno la speranza; non lasciatevi rubare la comunità, siete per il popolo di Dio; non lasciatevi rubare il Vangelo; non lasciatevi rubare l’ideale dell’amore fraterno; siate pastori di una Chiesa in uscita».

Il presule, prima ancora, ha espresso immensa gioia nel vedere la cattedrale gremita, definendo quest’importante celebrazione «una celebrazione giovane per la presenza di tanti ragazzi e ragazze, di diversi sacerdoti giovani ed anche per la Corale diocesana giovanile “Voci di Giubilo”», che ha animato la liturgia. «Ho vissuto insieme a voi – ha commentato il cardinale – la vitalità della Chiesa che in genere si esprime il Mercoledì Santo, alla Messa Crismale… Pensavo, guardandovi tutti, vedendo questo bellissimo popolo di Dio con i nuovi sacerdoti, e nell’aver citato don Tonino Bello, che dobbiamo continuare a raccogliere sterpi su sterpi, ramoscelli su ramoscelli per alimentare il fuoco di Dio e dello Spirito Santo; ce ne particolarmente bisogno in questo momento un po’ litigioso, anche un po’ triste della società. E’ questa la missione che ha oggi la Chiesa».

Hanno concelebrato insieme al cardinale Bassetti il vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti, l’abate benedettino emerito dom Giustino Farnedi e numerosi sacerdoti.

Prima della benedizione finale, i sei neo presbiteri hanno ringraziato innanzitutto il Signore «per aver portato a compimento l’opera che aveva iniziato in noi fin da bambini» e poi il cardinale Bassetti, il vescovo ausiliare mons. Giulietti e tutti i sacerdoti, «che come padri premurosi ci avete accompagnato in questo cammino non rifiutandovi mai di donarci il vostro tempo». Un toccante ricordo è stato da loro riservato al compagno di Seminario Giampiero Morettini, prematuramente scomparso il 21 agosto 2014, e a tutti i seminaristi del Pontificio Seminario Regionale Umbro “Pio XI” di Assisi. Un pensiero di ringraziamento è stato da loro rivolto anche ai genitori, nonni e fratelli, «non solo perché ci avete donato vita ed amore, ma perché da voi abbiamo bevuto il primo latte della fede».