Solennità del Corpus Domini domenica 23 giugno presieduta in cattedrale dal cardinale Bassetti. A seguire la tradizionale processione per le piazze e le vie principali del centro storico

Solennità del Corpus Domini domenica 23 giugno presieduta in cattedrale dal cardinale Bassetti. A seguire la tradizionale processione per le piazze e le vie principali del centro storico

In tutta l’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve è da sempre molto sentita la Solennità del Corpus Domini, che vede coinvolti numerosi fedeli nell’organizzazione delle suggestive processioni con infiorate. Tra tutte si ricorda quella di Città della Pieve realizzata da più di mezzo secolo dai contradaioli del Terziere Casalino. Quest’anno il tema principale dell’infiorata della città del grande artista rinascimentale Pietro Vannucci, detto il Perugino, è l’omaggio al genio di Leonardo Da Vinci a cinque secoli dalla morte. Sabato 22 e domenica 23 giugno, un immenso tappeto floreale di oltre 900 metri quadrati darà il benvenuto a fedeli e visitatori, che sarà realizzato da Porta Sant’Agostino, percorrendo via Vannucci, alla concattedrale dei Santi Gervasio e Protasio.

Mentre a Perugia città i fedeli si ritroveranno domenica 23 giugno, alle ore 10, nella cattedrale di San Lorenzo per la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti insieme ai canonici e ai parroci del centro storico. Al termine si terrà la tradizionale processione del Corpus Domini per le piazze e le vie principali del centro fino a raggiungere la basilica di San Domenico, in corso Cavour, con numerosi sacerdoti, religiosi, religiose e fedeli animata da diverse confraternite e dagli ordini cavallereschi di Malta e del Santo Sepolcro. Significativa è la sosta con il Santissimo Sacramento davanti alle sedi delle Istituzioni civili e politiche del capoluogo umbro, con preghiere per coloro che sono chiamati ad operare per il bene comune.

A Perugia si ha memoria storica di questa processione dall’anno 1378, a seguito di un “provvedimento pubblico” delle autorità civili e religiose della città, che stabilì anche il percorso. Quello attuale, dalla cattedrale di San Lorenzo alla basilica di San Domenico, risale al “provvedimento” del 1378. A partire dal XV secolo in molte città sono sorte le Confraternite del Santissimo Sacramento; quella perugina risale alla seconda metà del ‘400 ed è stata ricostituita nel settembre 2016 come “Venerabile Confraternita del Santissimo Sacramento, di San Giuseppe e del Sant’Anello in Cattedrale”, che per la prima volta, il 18 giugno 2017, ha animato la processione del Corpus Domini.