Presentazione alla stampa della manifestazione “Vivi la via” (18-19 aprile)

Presentazione alla stampa della manifestazione “Vivi la via” (18-19 aprile)

Sarà presentata alla stampa la manifestazione “Vivi la via”, giovedì 16 aprile (ore 12), presso la “Sala San Francesco” del palazzo arcivescovile in Perugia, promossa da Regione Umbria, Sviluppumbria e Consorzio Umbria & Francesco’s Ways, che si terrà dal 18 al 19 aprile attraverso una serie di eventi in numerosi comuni, tra i quali: Citerna, Città di Castello, Pietralunga, Gubbio, Valfabbrica, Perugia, Assisi, Spello, Foligno, Trevi, Spoleto, Arrone, Terni, Stroncone, Narni, Nocera Umbra e Greccio.

Interverranno all’incontro con gli operatori dei media Fabrizio Bracco, assessore al Turismo della Regione Umbria, mons. Paolo Giulietti, vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve e Presidente del Consorzio Umbria & Francesco's Ways, Mauro Agostini, direttore generale di Sviluppumbria, e Raffaella Rossi, project manager del Consorzio Umbria & Francesco's Ways.

Comune denominatore di tutte le iniziative della manifestazione, spiegano i promotori, è la proposta dei valori del pellegrinaggio, in armonia con il messaggio universale di san Francesco. L’obiettivo generale di “Vivi la via” è quello di favorire la ownership dei cammini francescani da parte delle comunità locali. Obiettivi specifici sono la riproposizione della cultura del pellegrinaggio, con speciale attenzione all'accoglienza dei viandanti dello spirito; la promozione di stili di vita salutari, volti al benessere psicofisico della persona; la sensibilizzazione delle comunità locali alla salvaguardia e alla tutela dell'ambiente; la valorizzazione del patrimonio storico, artistico, enogastronomico e culturale presente lungo la “Via di Francesco”. 

“Vivi la via” si rivolge primariamente agli umbri che abitano lungo la “Via di Francesco”, in quanto solo favorendone la conoscenza del percorso, il senso di appartenenza ad esso e la condivisione dei valori legati al messaggio di san Francesco si possono garantire la sostenibilità nel tempo e il successo turistico della “Via”. Le iniziative sono naturalmente aperte anche ai pellegrini, agli appassionati e ai trekkers provenienti da fuori regione, che vogliano conoscere meglio le località attraversate dai cammini francescani e approfondire le dinamiche che rendono ancora oggi affascinante percorrere le vie di pellegrinaggio.

“Vivi la via” può essere vissuta con passeggiate a piedi, in bicicletta e a cavallo, visite guidate ai luoghi della spiritualità francescana, attività all'aria aperta per famiglie e bambini, celebrazioni, conferenze e seminari di approfondimento. L’ampio programma si è reso possibile grazie al coinvolgimento attivo di associazioni ecclesiali e laiche, di comunità parrocchiali e religiose, delle amministrazioni e delle popolazioni locali.