Perugia: I poveri «sono sempre con noi». Giornata di formazione spirituale per operatori e volontari delle Caritas parrocchiali con padre Giulio Michelini

Perugia: I poveri «sono sempre con noi». Giornata di formazione spirituale  per operatori e volontari delle Caritas parrocchiali con padre Giulio Michelini

Sarà animata da padre Giulio Michelini (Ofm), il francescano che ha predicato gli esercizi spirituali di inizio Quaresima a papa Francesco e alla Curia Romana, la Giornata di formazione spirituale per operatori e volontari delle Caritas parrocchiali (in primis dei Centri di Ascolto) promossa dalla Caritas diocesana di Perugia-Città della Pieve, in programma sabato 6 maggio (ore 9,30-17.30), presso il complesso del Santuario mariano delle Grondici in Tavernelle (Pg).

 

La povertà ha assunto dimensioni preoccupanti.

«Abbiamo tutti bisogno di crescere nella fede per rendere sempre più credibile il nostro servizio a favore dei poveri – evidenzia nell’invito il diacono Giancarlo Pecetti, direttore della Caritas diocesana –, soprattutto in questo delicato momento in cui la povertà ha assunto dimensioni preoccupanti e tutti siamo chiamati ad essere annunciatori di speranza». Basti pensare che al Centro di Ascolto diocesano presso il “Villaggio della Carità” del capoluogo umbro, nell’ultimo anno, si sono recate a chiedere aiuto (dal lunedì al venerdì) più di 3.300 persone in difficoltà, in media 15 al giorno, oltre alle decine di persone che quotidianamente giungono nei diversi Centri di Ascolto parrocchiali o interparrocchiali. Nella maggior parte dei casi, spiegano in Caritas diocesana, si tratta di richieste di aiuto per sostenere le spese per le utenze domestiche, l’affitto, l’acquisto di beni di prima necessità, le attività scolastiche dei figli, le cure sanitarie, ma anche non necessariamente di natura materiale. La povertà è anche la solitudine, una separazione, una grave malattia o una morte improvvisa che turbano la serenità di una famiglia … Gli operatori e i volontari delle Caritas parrocchiali sono sempre più chiamati ad ascoltare coloro che vivono situazioni pesanti di bisogno, oltre che a fornire loro un sostegno materiale. Per far questo non basta essere ben motivati, ma soprattutto ben formati anche spiritualmente.

 

Elaborare e affrontare evangelicamente la povertà.

Per questo sarà offerta da padre Giulio Michelini ai circa cento partecipanti alla Giornata di formazione del 6 maggio una approfondita riflessione, che partirà dalla lettura di un testo che lo stesso francescano teologo e biblista ha proposto, con una spiegazione esegetica e una rilettura spirituale, agli esercizi spirituali predicati alla Curia Romana dello scorso marzo. «La pagina – annuncia padre Michelini – è quella dell’unzione di Betania (Mt 26,1-19), nella quale Gesù ad un certo punto dice: “I poveri li avete sempre con voi” (Mt 26,11). Si ha qui, infatti, una delle quattro parole di Gesù da lui pronunciate, nel Vangelo di Matteo, sui poveri. Nella catechesi prenderemo in esame tutti e quattro i detti “gesuani” riguardanti i poveri, e si cercherà di elaborare quella che è la visione del Gesù di Matteo della povertà e del modo di affrontarla».

Alla meditazione di padre Michelini seguiranno alcune domande e spunti per la riflessione personale. La Giornata di formazione si aprirà con la recita delle Lodi, per poi proseguire con la catechesi-meditazione offerta dal noto francescano. Al termine si terranno i gruppi di lavoro e dopo pranzo la condivisione di quanto è emerso in ciascun gruppo. La Giornata si concluderà con la celebrazione eucaristica prefestiva, che si terrà nella suggestiva chiesa del Santuario delle Grondici.