Perugia, Oratorio “S. Giovanni Paolo II” (“GP2”): La novità del Corso di Lingua e Cultura Polacca in collaborazione con la Scuola ANDERS Umbria mentre fervono i preparativi per le attività estive

Perugia, Oratorio “S. Giovanni Paolo II” (“GP2”): La novità del Corso di Lingua e Cultura Polacca in collaborazione con la Scuola ANDERS Umbria mentre fervono i preparativi per le attività estive

All’Oratorio “San Giovanni Paolo II” (“GP2”) dell’Unità Pastorale di Prepo, Ponte della Pietra e San Faustino in Perugia, fervono i preparativi per le sue imminenti attività estive del “Gr.Est.” rivolte a oltre 260 bambini delle scuole elementari con 70 educatori delle scuole superiori e più di 20 adulti. Al “Gr. Est.” si aggiungono il campo per i ragazzi delle medie, quello per le superiori ed anche la vacanza-famiglie.

Il “GP2”, che conta più di 600 iscritti alle attività settimanali, vive da quest’anno una novità particolarmente gradita ad una realtà che si ispira al Papa santo polacco del quale è conservata, in vista della dedicazione del costruendo Complesso interparrocchiale a lui dedicato, la reliquia del suo sangue donata di persona, due anni fa, ai giovani di quest’Oratorio dal cardinale Stanisław Dziwisz, storico segretario di Giovanni Paolo II.

Il 14 gennaio è stato inaugurato, in collaborazione tra il “GP2” e la Scuola ANDERS Umbria, il Corso di Lingua e Cultura Polacca. Le insegnanti Anna Malesza, Kasia Wieszczeczynska-Tini e Teresa Kowalska hanno accolto le famiglie dei loro 25 allievi. Per sottolineare l’importanza di tale evento e progetto, in cui l’Umbria è seconda, dopo la regione Marche, è intervenuta la Console di Polonia per le Marche, la dottoressa Cristina Gorajski. La scuola perugina è patrocinata dall’Associazione Italo-Polacca (AIPN) e dal Consolato onorario di Polonia per le Marche. Gli argomenti principali per i bambini che frequentano la scuola, che ha cadenza bimensile, per l’intero pomeriggio del sabato, sono la lingua e cultura polacca, i giochi, le feste tradizionali, la musica e le danze, nonché la gastronomia.

Nel pomeriggio di sabato 3 giugno (dalle ore 17) si terrà la “Festa di fine anno” nella quale gli alunni si esibiranno in un saggio e verranno consegnati, alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni civili, gli attestati.

A spiegare la finalità di questa nuova attività del “GP2” è suor Roberta Vinerba, francescana diocesana, catechista e responsabile dell’animazione di quest’Oratorio, nell’evidenziare l’importanza di «non far perdere il valore delle radici, dell’appartenenza, a coloro che sono immigrati di seconda generazione e rischiano di smarrire la memoria della propria terra. La cura del legame con la terra d’origine – sottolinea la religiosa – è stata significata anche dal gesto del Presidente della Polonia, Andrzej Duda, che il 2 maggio scorso ha consegnato la Bandiera polacca, durante la cerimonia ufficiale della Giornata dei Polacchi all’Estero e Festa della Bandiera alla Scuola ANDRES.

«Per il “GP2” essere partner di questa iniziativa dal grande significato spirituale e culturale oltre che civico – conclude suor Roberta Vinerba –, è un modo per approfondire il legame con la terra del proprio patrono, terra già visitata dai giovani del nostro Oratorio nei numerosi pellegrinaggi che già sono stati svolti e che continuano come quello in preparazione per la prossima estate».