Perugia: La comunità cattolica africana anglofona in festa per i primi dieci anni della sua fondazione

Perugia: La comunità cattolica africana anglofona in festa per i primi dieci anni della sua fondazione

 Si ritroveranno numerosi, domenica 7 ottobre (ore 12.30), nella chiesa parrocchiale Santa Maria della Speranza di Olmo (Pg), i membri della comunità cattolica africana anglofona dell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve per celebrare i primi dieci anni della fondazione della loro comunità. Attiva nel capoluogo umbro dal 2008, l’English Catholic Community ogni domenica pomeriggio (ore 15) celebra la s. messa festiva nella chiesa della Madonna delle Grazie in località San Faustino messa a sua disposizione dal cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti per le attività aggregative e spirituali dopo la recente Visita pastorale (2013-2017), con l’intento di valorizzare tutte le comunità cattoliche di cittadini esteri residenti a Perugia desiderosi di mantenere e trasmettere ai figli le tradizioni religiose dei loro Paesi di origine.

«All’indomani della Visita pastorale – spiega il vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti –, l’Ufficio diocesano per i migranti ha elaborato un progetto di sviluppo delle comunità etniche cattoliche stimolando percorsi e strumenti di evangelizzazione e catechesi, con attenzione alla vita liturgica e alla testimonianza della carità, nel rispetto delle diverse tradizioni e per un fruttuoso inserimento nella Chiesa particolare impegnata in forme concrete di accoglienza e di integrazione dei migranti presenti sul territorio».

L’oltre all’africana anglofona, a Perugia sono presenti con propri cappellani le seguenti comunità: Africana francofona, romena greco-cattolica, latino americana, polacca, ucraina di rito bizantino. Anche a quest’ultima il cardinale Bassetti ha concesso recentemente le sue attività la chiesa della Madonna delle Grazie.

L’English Catholic Community, dopo la prima messa celebrata nella chiesa di San Nicolò in Pretola (Pg) in lingua inglese, con l’autorizzazione dell’allora arcivescovo Giuseppe Chiaretti, si è trasferita in città nel 2009, ospitata nella parrocchia dell’Oasi di Sant’Antonio, per poi nel 2016 avere a sua disposizione la chiesa della Madonna delle Grazie, in una zona dove molti cittadini immigrati risiedono e transitano.

«Celebriamo il 10° anniversario della fondazione di questa comunità. Celebriamo 10 anni di cammino insieme, della nostra diversità e unicità – commenta don Stephen Okwor Chinedu, originario della Nigeria, cappellano della comunità africana anglofona –. Abbiamo scelto di essere una famiglia di Dio, e nella sua grazia. Condivideremo questa nostra fede e speranza con tutti! Tutti sono invitati a celebrare con noi la testimonianza della vita in Cristo Gesù nell’Eucaristia domenicale nella chiesa della Madonna delle Grazie, che – ricorda don Stephen – viene celebrata ogni domenica alle ore 15».